Ecobonus 110% – Ecco l’offerta di Unicredit

servizio commercialista online 24 ore su 24
DL di Agosto – Ecco le novità fiscali in sintesi
24 Agosto 2020
Il fondo perduto del bando Resto al Sud passa dal 35 al 50%
23 Settembre 2020

Ecobonus 110% – Ecco l’offerta di Unicredit

Tra le tante misure contenute nel decreto Rilancio troviamo anche quella dell’Ecobonus 110%, l’agevolazione fiscale riconosciuta ai condomìni, alle imprese e alle persone fisiche per realizzare determinati interventi sugli immobili residenziali.

Ecobonus 110%: cosa prevede e come funziona

Le disposizioni relative al Superbonus 110% consentono di fruire di una detrazione Irpef del 110% delle spese sostenute, con riferimento alla realizzazione di isolamento termico, agli interventi per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e della messi in sicurezza antisismica.

La detrazione è ripartita nell’arco di 5 anni, con quote di pari importo, a a partire dall’anno in cui è stata sostenuta la spesa e a seguire poi in quelli successivi.

Il contribuente, in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione spettante in dichiarazione dei redditi, può scegliere altre due opzioni.

Ecobonus: 2 opzioni in alternativa alla detrazione Irpef

Una è quella di un contributo sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto all’impresa che effettua gli interventi, di importo massimo non superiore al 100% del corrispettivo stesso.

Il fornitore recupera l’importo corrispondente allo sconto in fattura sotto forma di credito d’imposta di importo pari alla detrazione spettante, ossia il 110%, con facoltà di successive cessioni di tale credito ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

L’altra opzione è la cessione del credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari, con facoltà di successive cessioni.

In merito alla cessione del credito, le banche stanno mettendo a punto dlle offerte e nei giorni scorsi è stata già presentata quella di Unicredit.

La banca mette a disposizione due soluzioni: l’acquisto di crediti fiscali e l’apertura di credito a scadenza per anticipo contratti/fatture.

Superbonus 110%: acquisto dei crediti fiscali. L’offerta di Unicredit

Unicredit si impegna ad acquistare dall’impresa, dal condominio o dalla persona fisica i crediti fiscali che matureranno in seguito alla realizzazione dei lavori previsti dalla legge.

Il prezzo di acquisto dei crediti fiscali per le persone fisiche e i condomini sarà di 102 euro per ogni 110 euro, mentre sarà pari a 100 per ogni 110 euro per le imprese.

Il beneficiario si impegna a cedere ad Unicredit i futuri crediti fiscali che matureranno in seguito alla realizzazione dei lavori previsti dalla legge ed a destinare i proventi derivanti dalla cessione dei suddetti crediti fiscali diventati certi liquidi ed esigibili sul proprio conto corrente acceso presso la Banca a estinzione o riduzione del finanziamento concesso.

I crediti fiscali possono maturare ad un primo stato di avanzamento pari a minimo il 30% dei lavori ed un secondo SAL pari ad almeno il 60% dei lavori mediante produzione documentale idonea (fatture, certificazioni, asseverazioni, ecc.).

Apertura di credito per anticipo contratti/fatture

L’impresa, il condominio e le persone fisiche possono richiedere un’apertura di credito per anticipo contratti-fatture della durata massima di 18 mesi, mediante accensione di un conto corrente a termine dedicato all’iniziativa, senza costi fissi fino a 30 operazioni.

La linea di credito sarà utilizzata per pagare gli interventi che danno diritto ai benefici fiscali e nel limite massimo dell’importo del credito fiscale ceduto.

Le somme derivanti dalla cessione del credito fiscale dovranno essere utilizzate per rimborsare la linea di credito concessa.

La percentuale che Unicredit può anticipare sui contratti–fatture è fino al 60% della cessione del credito fiscale per le imprese e fino al 100% per i condomini e per le persone fisiche.